BIM è sinonimo di business: le statistiche che lo dimostrano

Avrai già sentito parlare di Building Information Modelling (BIM) e probabilmente sai di cosa si tratta. Ma sebbene tu sia interessato a potenziare la tua strategia integrando il BIM, potrebbe essere che tu non sia ancora del tutto convinto del valore commerciale che il BIM può generare. Ecco perché abbiamo deciso di presentare 13 statistiche che dimostrano che il BIM è sinonimo di business.

BIM è sinonimo di business: le statistiche che lo dimostrano

Hai poco tempo? Nessun problema. Passa direttamente agli argomenti che ti interessano:

 

Cos'è il BIM?

Il Building Information Modelling (BIM) è un processo di costruzione digitale basato sulla collaborazione. Ogni progetto BIM si basa su un modello 3D popolato da riproduzioni digitali dei prodotti ricche di informazioni, e specifiche del produttore (contenuto BIM). I dati sono raccolti in un ambiente di dati comune dove tutte le informazioni del progetto sono aggiornate e vengono inoltre condivise con le parti interessate. Questo per garantire il massimo livello di efficienza delle risorse. Vuoi saperne di più? Scopri le basi del BIM in questo webinar.

 

Il BIM è un mercato da miliardi di euro

Il Building Information Modelling è in forte crescita. L'Allied Marketing Research afferma che la dimensione del mercato BIM è stata valutata a 4,5 miliardi di euro nel 2019 e si prevede che raggiungerà i 13,7 miliardi di euro entro il 2027. Si tratta di un tasso di crescita annuo composito (CAGR) eccezionale, pari al 15,2% nel periodo tra il 2020 e il 2027. Tuttavia, queste stime sono state fatte prima del COVID e il numero è probabilmente più alto di quanto stimato in precedenza.

Edificio color oro su cielo azzurro con qualche nuvola biancaDa cosa viene alimentata questa crescita? Innanzitutto, la pandemia ha imposto l'adozione del digitale e attribuito maggiore enfasi al tema salute e sicurezza in ambito costruzioni. Un altro importante fattore trainante è l'aumento dei mandati BIM e l'implementazione di politiche governative che incoraggiano l'utilizzo del BIM. Il BIM è richiesto nei mercati in cui sei presente come produttore? Richiedi subito la guida internazionale!

 

230 miliardi di metri quadrati di nuove costruzioni entro il 2060

L'edilizia non rallenta. E nemmeno la domanda di prodotti per il settore edile. Infatti, il Dipartimento per gli affari economici e sociali delle Nazioni Unite prevede che entro il 2060 verranno creati 230 miliardi di metri quadrati di nuove costruzioni. Ciò equivale a un Parigi alla settimana, a una New York ogni 34 giorni o a circa una Tokyo ogni trimestre. 

Un aumento così drastico non mette solo a dura prova il nostro pianeta e i nostri fondi pubblici, ma anche le aziende che devono produrre sufficienti quantità di prodotti e materiali edili e per tempo. È per questo motivo che clienti pubblici e progettisti stanno iniziando a vedere nel BIM la soluzione al problema dell'efficienza per le risorse. E di cosa hanno bisogno ora, e ancora di più in futuro? L'accesso ad oggetti BIM specifici del produttore.

L'adozione del BIM è in forte crescita in tutto il mondo

Negli ultimi anni, il tasso di adozione del BIM nei settori edile e industriale è aumentato. Statistica afferma che i professionisti del settore edile del Regno Unito che utilizzano il BIM sono cresciuti dal 13% del 2011 al 73% del 2020. In Giappone, il 54% dei professionisti lo ha utilizzato.

Infatti, dato che il BIM è progressivamente incluso nei mandati governativi nazionali, in particolare nel Regno Unito, in Messico, Spagna, Russia e Norvegia, le aziende che offrono contenuti BIM hanno un enorme vantaggio competitivo.

 

Il 59% trova i prodotti online

Far si che i prodotti vengano trovati è uno step essenziale per venir poi specificati nei progetti. Vuoi raggiungere gli architetti giusti, spendere molto meno e ottenendo un maggiore ritorno sull'investimento? Beh, il digitale potrebbe essere la risposta. Il nostro sondaggio a cui hanno partecipato 2.568 intervistati tra architetti, ingegneri, appaltatori e proprietari/operatori mostra le modalità preferite per la ricerca dei prodotti:

  • il 46% usa i motori di ricerca online
  • il 20% chiede a colleghi progettisti
  • il 13% utilizza i siti web dei produttori
  • il 9% fa affidamento alle fiere
  • il 7% utilizza la stampa tradizionale, come ad esempio riviste
  • il 5% si rivolge a rappresentanti di vendita

Pc Mac grigio su sedia bianca con gambe in legno

Non per vantarci (ma lo faremo), la ricerca USP afferma che la piattaforma BIMobject è ritenuta lo strumento preferito dagli architetti per ottenere informazioni BIM specifiche. La consapevolezza è aumentata del 73% tra il quarto trimestre 2019 e il secondo trimestre 2021, il che indica un mercato in fase di maturazione e una crescente necessità di oggetti BIM specifici del produttore.

 

La sostenibilità del prodotto è il quarto fattore più importante nella scelta del prodotto

Come abbiamo spiegato nel nostro recente e-book sulla sostenibilità come chiave del futuro per far aumentare le prescrizioni dei prodotti, gli architetti ritengono in un certo senso che la svolta green sia il futuro. Infatti, il 75% ne fa una priorità assoluta nei progetti. Ma tu, produttore, come puoi inserirti nelle loro short list?

In qualità di produttore, probabilmente sarai a conoscenza della quantità di certificazioni e informative a nostra disposizione. Questi certificati vengono utilizzati da architetti e ingegneri come criterio chiave per certificare la sostenibilità del progetto. E infatti, secondo l'AIA, le informazioni sui prodotti sostenibili sono il quarto fattore più importante nella scelta dei prodotti.

Rotonda con erba e vista di grattacieli dall'alto

Ma in che modo tutto ciò ha un impatto sui produttori e come puoi influenzare il processo di selezione? Ebbene, la crescente domanda di informazioni sui prodotti sostenibili si tradurrà in una maggiore pressione sui produttori per creare e registrare le dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD).

Potrebbe sembrare un nuovo ostacolo, ma gli EDP presentano in realtà un'opportunità unica per avere un vantaggio competitivo come produttore. Fornire informazioni sulla sostenibilità dei prodotti non solo semplifica la scelta dei prodotti, ma anche la collaborazione con i progettisti e i potenziali clienti.

Vuoi rendere i tuoi prodotti e gli EDP facilmente accessibili a progettisti di tutto il mondo? Possiamo aiutarti.

 

I mercati BIM portano ad un aumento di lead del 51%

I lead, o più semplicemente i contatti, sono la linfa del business. Come responsabile marketing o vendite che lavora in un'azienda di produzione, sai che devi lavorare molto per espandere la tua rete di contatti. Quindi, come può aiutarti il BIM? Cristina Bosch, Communications Manager presso Roca, afferma che:

"Creare oggetti BIM ed essere su BIMobject ci permette di essere vicini ai professionisti e di allinearci alle loro esigenze. Tra il 2019 e il 2020 abbiamo notato un aumento del 51% di contatti provenienti dalla piattaforma BIMobject".

Vuoi saperne di più sull'esperienza di Cristina? Leggi ora l'intervista completa con Roca!

 

Il 73% ritiene fondamentale la collaborazione con i produttori

Il settore AEC, che racchiude architetti, ingegneri e costruttori, si allontana sempre più dai semplici fornitori di prodotti. Cerca invece partner strategici che siano più affidabili, reattivi e flessibili nel loro processo collaborativo. Ma quanto è importante la collaborazione e come si integra il BIM? Secondo Harvard Business Review:

  • il 73% degli AEC afferma che avere un rapporto altamente collaborativo con i produttori è estremamente o molto importante per il successo dei progetti
  • il 61% interromperebbe un rapporto o non si impegnerebbe con un produttore le cui soluzioni siano poco adatte ai requisiti del progetto.

Due ragazzi seduti davanti al computer che guardano la piattaforma BIMobject.com


+1 Perché le aziende dovrebbero puntare a collaborazioni strategiche

L'acquisizione di un cliente è un'operazione costosa. La fidelizzazione, invece, richiede tra il 5 ed il 7 delle risorse in meno. Inoltre, le collaborazioni generano una maggiore stabilità del flusso di entrate rispetto alle operazioni "hit-and-run". Quindi, costruire collaborazioni e processi senza intoppi attraverso il BIM non è solo una questione di buona volontà, ma anche di crescita aziendale a lungo termine.

 

Il 48% non lavorerebbe con aziende che non hanno integrato il BIM nei loro processi e strategie

Il BIM non funziona da solo. È un processo collaborativo. Quindi, è davvero tanto sorprendente che il 48% degli architetti escluderebbe le aziende con scarso sviluppo in fatto di BIM (Building Information Modelling)? Non proprio!

Le aziende che forniscono oggetti BIM essenzialmente offrono agli architetti o agli ingegneri il percorso più breve dal prodotto al progetto. L'architetto Giuseppe Tortato spiega tutto ciò in 7 casi studio che illustrano il reale valore commerciale del BIM:

"L'utilizzo dei prodotti BIM ci ha permesso di costruire nuove sinergie e collaborazioni. Siamo in grado di contattare direttamente i produttori che abbiamo selezionato."

Sedia marrone in BIM con mappamondo azzurro

Il valore che il BIM fornisce in tutto lo spettro del business va ben oltre la riduzione dei rischi, la convenienza e i costi. La capacità di aumentare l'offerta dei servizi, di sviluppare relazioni volte a fidelizzare i clienti e di generare una crescita dei profitti è più che evidente.

Pronto a fare il primo passo verso il BIM? Contattaci.

Scorri verso l'alto